lunedì 21 aprile 2014
 
 
B&B NAPOLI
  
B&B PROVINCIA
  
FOCUS
  
LA CUCINA NAPOLETANA

La cucina napoletana è ricca di tradizione, la sua storia è quanto mai intricata, dato che i protagonisti non sono tutti di verace sangue partenopeo. Molti infatti sono in qualche modo immigrati a Napoli e, sembrerà strano, ma qui hanno trovato fortuna e successo diventando famosi in tutto il mondo.

Stiamo parlando degli ingredienti più preziosi della cucina napoletana, quelli ne che compongono la maggior parte dei piatti tipici:
- il pomodoro, di origine americana, fu importato in Europa nel XVI secolo
- il basilico, di origine persiana, arrivò con i greci nel X secolo a.C.
- il grano, veniva coltivato in tutto il mondo, ma la terra che produceva la migliore qualità era la Mesopotamia
- la patata, di origine inca, arrivò in Italia nel XVI secolo.

I primi due ingredienti elencati, il pomodoro e il basilico, sono alla base del celebre ‘rraù, o ragù napoletano, della pizza, e di molti altri piatti.
Celebrato da poeti, registi e attori, il ragù, è stato imitato senza alcun successo in tutto il mondo. L’ingrediente principale è il pomodoro, preferibilmente il Sammarzano, con la sua tipica forma a “lampadina”.
Come solo il napoletano sa, e nemmeno tutti per la verità, il vero ‘rraù, ha una sua tradizione, una sua procedura che prevede lunghe ore di cottura, oltre che i migliori ingredienti di certificata origine Campana, e particolari strumenti da cucina, tra cui cucchiarella di legno e tegame di creta.
Il tradizionale piatto domenicale per i napoletanissimi è  “maccarune c’o rraù”.

LA PIZZA
La storia della pizza è nota. Pronipote della tradizionale focaccia e del pane, la pizza nella variante marinara, nasce intorno alla metà del ‘700 e, all’inizio del ‘800, ecco che viene alla luce la pizza margherita, che prende notoriamente nome dalla regina Margherita, per la quale, o meglio grazie alla quale, abbiamo oggi il più imitato piatto napoletano.

 

LA MOZZARELLA
Ora parlando della pizza Margherita, non possiamo prescindere dal parlare di un’altra protagonista della scena culinaria partenopea: la Mozzarella.
La vera mozzarella è fatta esclusivamente di latte di bufala campana ( in realtà, neanche la bufala è campana di origine, ma immigrata nel ‘400, per mano dei longobardi), nata con il nome di mozza, per il gesto che si fa nel mozzarla appunto, la sua leggiadria meritò la gloria mondiale che dura ancor oggi, e un nome nuovo, quello appunto di Mozzarella.

IL GATTO' (GATAU)
Piatto dagli ingredienti semplici, e dal sapore tradizionale può essere considerato un piatto unico per l’apporto di vitamine e proteine, che ne fanno un pasto completo.
Patate, salumi vari, mozzarella, burro, pangrattato, uova, sale e pepe…un piatto unico, in tutti i sensi.

LE VOLGOLE
La vongola è proprio napoletana, non perché sia nata qui, ma perché il suo nome deriva dal napoletano, che ha trasformato il termine latino che la identificava “conchula”, nell’attuale vongola.
La vongola è la regina dei vermicelli: il vermicello con la vongola si sposa egregiamente, purchè sia una vongola verace.
Molti ancora sono i piatti tipici napoletani, e non possiamo per ovvi motivi, elencarli tutti.

GLI STRUFFOLI
Gli struffoli sono un noto e delizioso dolce natalizio tipico di Napoli. Si tratta di simpatiche e colorate palline dall’aspetto goliardico ed allegro, che in qualche modo richiamano elementi tipici del carattere dei napoletani. LEGGI LA RICETTA

La cucina napoletana è ricca di tradizione, la sua storia è quanto mai intricata, dato che i protagonisti non sono tutti di verace sangue partenopeo. Molti infatti sono in qualche modo immigrati a Napoli e, sembrerà strano, ma qui hanno trovato fortuna e successo diventando famosi in tutto il mondo.

Stiamo parlando degli ingredienti più preziosi della cucina napoletana, quelli ne che compongono la maggior parte dei piatti tipici:
- il pomodoro, di origine americana, fu importato in Europa nel XVI secolo
- il basilico, di origine persiana, arrivò con i greci nel X secolo a.C.
- il grano, veniva coltivato in tutto il mondo, ma la terra che produceva la migliore qualità era la Mesopotamia
- la patata, di origine inca, arrivò in Italia nel XVI secolo.

I primi due ingredienti elencati, il pomodoro e il basilico, sono alla base del celebre ‘rraù, o ragù napoletano, della pizza, e di molti altri piatti.
Celebrato da poeti, registi e attori, il ragù, è stato imitato senza alcun successo in tutto il mondo. L’ingrediente principale è il pomodoro, preferibilmente il Sammarzano, con la sua tipica forma a “lampadina”.
Come solo il napoletano sa, e nemmeno tutti per la verità, il vero ‘rraù, ha una sua tradizione, una sua procedura che prevede lunghe ore di cottura, oltre che i migliori ingredienti di certificata origine Campana, e particolari strumenti da cucina, tra cui cucchiarella di legno e tegame di creta.
Il tradizionale piatto domenicale per i napoletanissimi è  “maccarune c’o rraù”.

LA PIZZA
La storia della pizza è nota. Pronipote della tradizionale focaccia e del pane, la pizza nella variante marinara, nasce intorno alla metà del ‘700 e, all’inizio del ‘800, ecco che viene alla luce la pizza margherita, che prende notoriamente nome dalla regina Margherita, per la quale, o meglio grazie alla quale, abbiamo oggi il più imitato piatto napoletano.

 

LA MOZZARELLA
Ora parlando della pizza Margherita, non possiamo prescindere dal parlare di un’altra protagonista della scena culinaria partenopea: la Mozzarella.
La vera mozzarella è fatta esclusivamente di latte di bufala campana ( in realtà, neanche la bufala è campana di origine, ma immigrata nel ‘400, per mano dei longobardi), nata con il nome di mozza, per il gesto che si fa nel mozzarla appunto, la sua leggiadria meritò la gloria mondiale che dura ancor oggi, e un nome nuovo, quello appunto di Mozzarella.

IL GATTO' (GATAU)
Piatto dagli ingredienti semplici, e dal sapore tradizionale può essere considerato un piatto unico per l’apporto di vitamine e proteine, che ne fanno un pasto completo.
Patate, salumi vari, mozzarella, burro, pangrattato, uova, sale e pepe…un piatto unico, in tutti i sensi.

LE VOLGOLE
La vongola è proprio napoletana, non perché sia nata qui, ma perché il suo nome deriva dal napoletano, che ha trasformato il termine latino che la identificava “conchula”, nell’attuale vongola.
La vongola è la regina dei vermicelli: il vermicello con la vongola si sposa egregiamente, purchè sia una vongola verace.
Molti ancora sono i piatti tipici napoletani, e non possiamo per ovvi motivi, elencarli tutti.

GLI STRUFFOLI
Gli struffoli sono un noto e delizioso dolce natalizio tipico di Napoli. Si tratta di simpatiche e colorate palline dall’aspetto goliardico ed allegro, che in qualche modo richiamano elementi tipici del carattere dei napoletani. LEGGI LA RICETTA

  
HOME  |  BED BREAKFAST NAPOLI  |  INSERISCI IL TUO B&B  |  MAPPA DEL SITO  |  PUBBLICITA'  |  CONTATTI
POSIZIONAMENTO SITO WEB - B&B NAPOLI - B&B SALENTO

www.bed-breakfast-napoli.com - Copyright © Web Agency Punto Rada - Diritti Riservati 2011-2012 - P.IVA: 05927381219

Protected by Copyscape Duplicate Content Detection Software

Register   
Login